Gameplify

By Dragon Age

Anno del Dragone: Videogiochi che Spiccano il Volo

By Konami

Esplora l’oscurità di Silent Hill: The short message

Una promessa fallita: The Day Before

Una promessa fallita: The Day Before

By The Last of Us

Scopri la Versione Definitiva: The Last of Us Part 2 Remastered

Celebrando la Magia della Colombia: Encanto

Celebrando la Magia della Colombia: Encanto

Domina Palworld con i Migliori Pals da Catturare

Domina Palworld con i Migliori Pals da Catturare

Bubble: la fiaba della sirenetta in chiave post-apocalittica

Bubble: la fiaba della sirenetta in chiave post-apocalittica

By Nvidia

Nvidia: il colosso dei chip che punta sull’IA e vale 1000 miliardi

I 10 Migliori Videogiochi LGBTQ-friendly

I 10 Migliori Videogiochi LGBTQ-friendly

Ai Art by Ermal Alibali

Tecnologia Deepfake: Quello che devi sapere

By Baldur's Gate 3

Baldur’s Gate 3: l’epico gioco di ruolo fantasy che ha rubato i nostri cuori e dominato il mondo dei Videogiochi

By Whiteout Survival

Whiteout Survival: una sfida gelida per i fan della sopravvivenza

by Pokemon Company

Pokemon Sleep: Catturateli tutti con un buon riposo notturno

By Silent Hill

Silent Hill: la saga Horror che ha cambiato il genere

AI Art by ermalalibali.com

Fortnite: Le Origini del Gioco Più Popolare al Mondo

La Redenzione di Battlefield 2042: Un trionfale ritorno!

La Redenzione di Battlefield 2042: Un trionfale ritorno!

By Unsplash

Apple: Storia dell’Azienda che ha Rivoluzionato il mondo dell’Informatica

Attacco dei Giganti: A Te, Tra 10 Anni

Attacco dei Giganti: A Te, Tra 10 Anni

By Palworld

Palworld: Un nuovo gioco di sopravvivenza basato sulla cattura di mostri

By Pokémon Concierge

Pokémon Concierge: Un Affascinante Avventura in Stop-Motion

By Twitter

FC24: Domina il campo e raggiungi la gloria calcistica

By X

Playstation Plus Settembre 2023: scopri i nuovi titoli gratuiti!

By Gone Girl

Gone Girl: Come un film ha cambiato il Gioco dei Thriller

Trafalgar Law: Oltre il “Chirurgo della Morte”

Trafalgar Law: Oltre il “Chirurgo della Morte”

By Wallpaper Abyss

Death Note: tra Manga, Anime e Fenomeno Cult

Avatar: la saga che ha cambiato il cinema per sempre

Avatar: la saga che ha cambiato il cinema per sempre

Ai Art by Ermal Alibali

Come scegliere il miglior PC per le tue esigenze nel 2024

How I met Your Mother Barney Stinson Graphic

Episodi più significativi di How I Met Your Mother

By Netflix

Love is Blind: Un Viaggio nel Cuore della Connessione Umana

By DeathLoop

I Migliori Videogiochi in regalo a Dicembre 2023!

A Hunting In Venice

Assassinio a Venezia: Il Misterioso Giallo della Serenissima

Spider-Man 2: Il Gioco di Supereroi più atteso

Spider-Man 2: Il Gioco di Supereroi più atteso

By Wallpaper Abyss

Migliori Videogiochi Android per il tuo Smartphone

AI Art by Mattia Onesti

Demon’s Souls su PS5 è il Capolavoro della Nuova Generazione

By Steam

Rust: Un magnifico Multiplayer di Sopravvivenza

By Molly Medusa

Molly Medusa: Queen of Spit: Recensione del Nuovo Gioco Indie

By Twitter

Prima di Oppenheimer: I film di Christopher Nolan da vedere

By Assassin's Creed Mirage

Assassin’s Creed Mirage: Ritorno alle origini

By Battlefield 2042

Battlefield 2042, Minecraft Dungeons, Code Vein: ecco i giochi gratuiti di marzo 2023 del PlayStation Plus

By Netflix

The Devil’s Plan: Un Reality che ti spingerà al Limite

graphics created for gameplify awards by Ermal Alibali
by Ermal Alibali

Gameplify Awards Nominations 2023: I 5 migliori Videogiochi dell'Anno (finora!)

Ancora non concluso, il 2023 è riuscito a regalarci già dei titoli parecchio interessanti. Mentre in Gameplify ci culliamo nella convinzione di divertirci con giochi altrettanto belli durante il resto dell’anno, abbiamo pensato di selezionare le cinque migliori uscite videoludiche del 2023, che entrano nei Gameplify Awards Nominations! Quindi, ecco i primi cinque videogiochi qualificati ai Gameplify Awards di fine anno!

 

The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom

É impossibile non annoverare TOTK tra le migliori produzioni videoludiche dell’anno. In questo sequel diretto di Breath of the Wild, la grande N ha dato il meglio di sé, aggiungendo un titolo memorabile fra le esclusive Nintendo Switch. Hyrule non è mai stata così vasta, ora esplorabile su tre livelli: terra, aria e sottosuolo, ognuno con le sue peculiarità e caratteristiche.  

Ma è nel level design e nel gameplay che TOTK raggiunge picchi qualitativi straordinari. I dungeon sono ottimamente strutturati, con enigmi ambientali vari e mai banali, mentre abilità come Reverto e Compositor offrono possibilità di gioco praticamente infinite. I poteri di Link ci permettono, infatti, di creare armi, mezzi e strutture di qualsiasi tipo, con un limite che è rappresentato solo dalla nostra immaginazione. E forse un po’ anche dal frame-rate, che cala drasticamente in sezioni di gioco con troppi poligoni da calcolare.

Tuttavia, a livello di ottimizzazione generale, TOTK rappresenta un piccolo miracolo, considerato che gira su una console portatale di ormai sei anni fa. La qualità grafica del titolo rappresenta il miglior compromesso possibile fra buone prestazioni e godibilità visiva.

Sicuramente, TOTK rappresenta l’ennesimo capolavoro di casa Nintendo, che merita assolutamente un posto tra i migliori videogiochi dell’anno.

Diablo IV

Diablo IV sancisce il grande ritorno della serie Diablo, ora più splendente che mai. In questo quarto capitolo, perfetto anche per i neofiti del brand, Blizzard ha deciso di trarre spunto direttamente dalle sue origini, proponendo alcune meccaniche di gameplay e un aspetto estetico che si rifanno direttamente al primo Diablo del lontano 1996.

La trama è ben studiata ma non eccelle per originalità, con le solite divinità e sotto divinità già conosciute dell’universo di Blizzard, come Mephisto e Lilith. Tuttavia, abbiamo molto apprezzato il comparto narrativo, che risulta più profondo e curato rispetto agli standard alla quale la serie ci aveva abituato.

Il pezzo forte di Diablo, comunque, rimane il gameplay e la componente ruolistica. Quest’ultima è immensa, con la possibilità di scegliere fra cinque classi differenti e personalizzarle a piacimento nel corso dell’avventura. La prospettiva isometrica, marchio della serie di Blizzard, risulta attuale per la sua generazione e assolutamente adatta ad un gioco con effetti particellari su schermo di tali dimensioni. Quest’ultimi, infatti, sarebbero stati troppo complessi da realizzare con una visuale in terza persona.

In conclusione, Diablo IV ci è piaciuto tantissimo, e vogliamo riservargli un posto come una delle migliori produzioni videoludiche di questo 2023.

 

Hogwarts Legacy

Prima ancora di uscire per PlayStation 5 ed Xbox Series X, Hogwarts Legacy è stato capace di infrangere il record delle dodici milioni di copie vendute in sole due settimane, assicurandosi il titolo di gioco Warner Bros. più richiesto di sempre.

Sicuramente, il gioco sviluppato da Avalanche Software rappresenta l’apoteosi per quei fan di Harry Potter che hanno sempre sognato di esplorare le alte torri di Hogwarts ed interagire liberamente con quel magico mondo ideato dalla scrittrice J. K. Rowling.

L’aspetto artistico del mondo di gioco è, infatti, eccellente e fedelissimo ai famosi romanzi, con paesaggi ben caratterizzati e panorami mozzafiato che potremo ammirare dalla groppa della nostra scopa volante. Ma è all’interno della stessa Hogwarts che il level design raggiunge vette altissime. Qui, il livello di dettaglio è impressionante ed è capace di offrire contemporaneamente originalità e rispetto verso l’opera originale. Non così originale è, tuttavia, la trama, che parte molto bene ma che poi perde di mordente e di coinvolgimento emotivo. Anche l’ottimizzazione, soprattutto per PC, non è delle migliori, ma niente che non sia stato possibile risolvere con le primissime patch post lancio.

Insomma, HL rappresenta un’opera straordinaria che non ha deluso le nostre aspettative. Entra di diritto nei Gameplify Awards 2023.

 

Street Fighter VI

Uno Street Fighter prodotto a regola d’arte, quello di Capcom, che riesce a far breccia nel mercato videoludico a suon di Hadoken. Un titolo ottimo sia per chi si volesse approcciare solo ora a questa storica serie di picchiaduro, sia per i fan storici del marchio, che troveranno novità elettrizzanti ad aspettarli.

La nuovissima modalità World Tour, per esempio, permette non solo la possibilità di creare un personaggio da zero, ma anche di esplorare liberamente una città. Vagando per Metro City vi imbatterete in molte attività primarie e secondarie, come sfidare passanti o prendere parte ai molti minigiochi. Molte altre le modalità disponibili, come l’immancabile multiplayer e la modalità Estrema.

Un roster dei personaggi giocabili molto più arricchito rispetto al passato. I personaggi storici della serie possiedono alcune combo originali, mentre i nuovi combattenti aggiungono un’alta varietà agli incontri e aumentano la dose di ri-giocabilità del titolo.

Nonostante le texture non siano all’ultimo grido, gli effetti di luce ed i particellari sono ottimamente realizzati. Anche l’impianto sonoro fa la sua bella figura, enfatizzando il peso dei colpi che diamo e che riceviamo.

Un titolo estremamente ben fatto, che si posiziona di diritto nella nostra top five della prima metà dell’anno.

 

Dead Space Remake

Il nuovo titolo di Motive Studios rende pienamente giustizia a uno dei videogiochi più memorabili della vecchia generazione console. Il protagonista, l’ingegnere Isaac Clarke, presenta ora qualche linea di dialogo ed una caratterizzazione al passo con i tempi che abbiamo molto apprezzato. La trama, inoltre, rimane fedelissima all’originale, senza stravolgimenti di sorta ma, anzi, con l’aggiunta di dettagli che impreziosiscono una storia già straordinaria.

Il gameplay è stato arricchito e rifinito, inspirato anch’esso in gran parte dall’edizione originale, capace quindi sia di conquistare le nuove generazioni che di convincere i fan di vecchia data. L’esplorazione è più ampia e presenta zone completamente nuove che dovrete esplorare qualora vogliate completare alcune quest secondarie, anche queste una novità rispetto al Dead Space del 2008.

Le ambientazioni strette ed angoscianti la fanno ancora da padrona, tutte ridefinite da una qualità grafica eccellente in ogni suo dettaglio e che riesce a rendere l’esperienza all’interno della Ishimura straordinariamente immersiva. L’unica pecca è forse rappresentata dai modelli dei Necromorfi, i mostri che dovremo affrontare. Per quanto magnifici, sono decisamente troppo pochi, peccando alla lunga in ripetitività.

Un remake a dir poco eccellente che riesce a rendere attuale un capolavoro videoludico di 15 anni fa. Noi di Gameplify ora tifiamo a gran voce per un nuovo rifacimento anche di Dead Space 2!

Condividi: